Dieci anni di storia d’Italia dal 1967 al 1977 nell’ultimo libro di Enrico Deaglio a Polignano per “Castell’in aria per tutti”

Di quegli anni ricordiamo tutto: il cinema, la musica, le conquiste civili, la politica estera che ha condizionato l’andamento di tutto il mondo e soprattutto quello che è accaduto nel nostro Paese, nel Paese del boom economico, delle migrazioni interne, delle Brigate Rosse.

A raccontare di quegli anni, il prossimo venerdì 13 luglio, a partire dalle 20.30, nella terza serata di “Castell’in aria per tutti”, sarà il giornalista Enrico Deaglio, già direttore dei quotidiani “Lotta Continua” e “Reporter”, e del settimanale “Diario”.

Di Deaglio, grande firma del giornalismo italiano, a Polignano a Mare per la rassegna letteraria estiva organizzata dall’Hotel Castellinaria in collaborazione con la Libreria Culture Club Cafè di Mola di Bari, è il libro “Patria 1967-1977”, edito da Feltrinelli, la storia di dieci anni che hanno cambiato il nostro Paese.

Di quel periodo restano parole come il “Sessantotto”, l’“autunno caldo”, gli “spaghetti in salsa cilena”, “il palazzo”, “io sono mia”, il “compromesso storico”, “i lama stanno in Tibet”. Era la Prima Repubblica, quando la classe dirigente non si chiamava ancora casta e nel segreto si preparavano bombe e colpi di Stato. L’Italia in cui viviamo – nella quale i cittadini hanno la mutua, il weekend e tutta una serie di diritti – spesso dimentica che tutto questo lo portò quel decennio. Enrico Deaglio è un testimone d’eccezione: ripercorre le storie notissime e quelle dimenticate, in un collage di musica, idee, passioni politiche, libri, film, radio libere che hanno segnato un prima e un dopo nella storia del nostro paese. L’Italia di oggi cominciò allora e questo libro serve a ricordarcelo.

L’appuntamento successivo, mercoledì 18 luglio, sarà quello con la bravissima Giuseppina Torregrossa, autrice per Mondadori de “Il basilico di Palazzo Galletti”. La protagonista è Maria Teresa Pajno, dettà Marò, vicequestore aggiunto, diventata capo della sezione antifemminicidio. L’indagine è quella sull’omicidio di Giulia, una giovane di buona famiglia, uccisa in casa sua, a Palazzo Galletti. Un libro sull’atmosfera palermitana, il cibo siciliano, la musicalità della lingua.

Anche nel corso del prossimo appuntamento, previo pagamento di un ticket, sarà possibile degustare prodotti della tradizione enogastronomica pugliese grazie al percorso proposto dal giornalista Giovanni Mercadante, ideatore della piattaforma Murgiafood. Al centro della serata i prodotti della città di AltamuraLa degustazione è facoltativa.

L’ingresso alla presentazione dei libri è libero e gratuito. Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle 20.30.

Per informazioni:
347.8763152 – a.minunno@gmail.com